Oggi volevo darti delle dritte su dove comprare i preset per Lightroom. Prima, però, ti metto in guardia perché internet pullula di preset in vendita ai prezzi più svariati. Ricordo un’influencer cresciuta a pane, bot e gruppi di commenti, che vendeva 6 filtri a più di 100 euro. A distanza di anni, sono andata a vedere cosa combinava e, beh, ha dimezzato i prezzi (comunque sono troppo alti per una che è diventata famosa con trucchetti). Insomma, stai all’occhio, che di approfittatori è pieno il web!

Comprare i preset Lightroom o farli in casa?

Personalmente preferisco creare da sola i miei preset, però per farlo bene, come ti dicevo la settimana scorsa, ho seguito un corso. Comprare i preset Lightroom diventa molto comodo se invece non hai tempo o voglia di dedicarti allo studio di questo programma. Potrai comunque apportare piccole modifiche ai parametri del preset che compri, e ottenere foto pronte per Instagram molto velocemente.

Quanti preset per Lightroom devi comprare?

Anche qui hai due scelte: puoi andare sui grandi numeri o selezionare i preset che ti interessano, a seconda dell’atmosfera che vuoi dare al tuo profilo e delle foto che in genere scatti. Non è detto che la prima sia la via peggiore, ma ti consiglio di scegliere questa strada solo se hai tanta voglia di giocare con le foto. Mi ricorda un po’ la filosofia del “forte e a caso”, con cui affrontavo le partite di biliardo. Fisica e geometria non fanno per me, ma devo dire che con questo metodo e un po’ di pratica ho battuto molti “geometri”.

Ovviamente non applicherei il metodo del “forte e a caso” se ci fossero dei soldi in ballo, anzi, in quel caso non giocherei proprio. Se compri 500 preset di Lightroom a 50 euro avrai sicuramente tutto ciò che ti serve. Il problema è che installarli sulla app è un processo piuttosto lungo e provarli “a caso” sulle tue foto potrebbe esserlo anche di più, senza contare che di sicuro dovrai aggiustare i parametri per ottenere l’effetto che vuoi. Altrimenti puoi decidere di comprare i preset per Lightroom da chi ne vende pochi alla volta, magari riuniti per tema cromatico. Ad oggi, un prezzo che ritengo onesto è 15 euro per 5/6 preset, euro più euro meno.

Come ho trovato i preset da consigliarti

Facciamo una premessa: io non ho particolarmente bisogno di preset, li ho sempre creati da sola sia per me che per i miei clienti (non serve essere fotografi, anche se aiuta). Se vedo in vendita un preset che mi piace, cerco di replicarlo, un po’ come sfida personale. Ho comprato filtri solo una volta perché, accidenti, c’era un effetto che non riuscivo a riprodurre. Se però ti consiglio un prodotto (qualsiasi prodotto) devo averlo provato, altrimenti mi gioco la reputazione. Così ho contattato vari fornitori proponendo il questo accordo: tu mi mandi i filtri gratis e se mi piacciono ti pubblicizzo, altrimenti ti do i soldi.

La maggior parte dei creator o non mi ha risposto o ha risposto, in sintesi, “Pirippicomprateli”. Il che naturalmente è lecito, ma se avessero usato YoastSeo su questo sito avrebbero visto che era un accordo ben conveniente. Alla fine ho restituito i soldi solo a uno (per fortuna non erano tanti: 6 euro 20 preset), perché alcuni funzionavano bene, altri erano evidentemente settati su condizioni di luce non esistenti in questo emisfero e quindi non me la sono sentita di menzionarli. Ho selezionato i creatori sulla base della qualità della loro galleria, delle recensioni e dell’ecommerce. O sono stata brava, o mi hanno risposto solo quelli che non avevano nulla da nascondere! Sappi che ho provato uno per uno tutti i preset che ho ricevuto, e… funzionano! Per aiutarti nella decisione, ti scrivo anche quanti ne ho ricevuti da ciascun sito, così puoi fare un ragionamento statistico.

Dove comprare i preset per Lightroom migliori

Su Jungle Preset

È il primo sito che consiglierei agli uomini. I filtri sono molto essenziali, non ci sono orpelli da fashion influencer e sono l’ideale se non vuoi perdere tempo provando mille combinazioni. Ho ricevuto tre pacchetti per un totale di 7 preset.

comprare i preset per Lightroom - Jungle preset

Qui puoi vedere un gatto nel suo ambiente naturale (il tavolo da pranzo!) che diventa molto più “professional”. Il grosso vantaggio di Jungle Preset, poi, è che dà anche la possibilità di caricare i filtri direttamente sul vecchio Lightroom per pc semplicemente trascinandoli. Non so se è un problema solo mio, che avevo ancora la versione dell’anteguerra, ma vorrei tanto che tutti salvassero i preset anche in formato .lrtemplate! Insomma, se come me avete la vecchia versione, questo sito vi risparmia tantissimi passaggi!

Su Parker Harrow

Ho detto che non mi serve comprare i preset Lightroom, ma questo non mi impedisce di venerare ogni singolo preset di Parker Harrow! Purtroppo mi hanno passato solo due pacchetti, per un totale di 11 preset, tutti bellissimi: sarei andata avanti a provarne molti di più! Qui potete vedere come un albergo abbandonato assume un’aura molto glamour solo applicando Dreamy Paris 4!

comprare i preset per Lightroom - Parker Harrow

Su 123 preset

Loro mi hanno dato davvero molte soddisfazioni (e 105 preset divisi in 14 pacchetti!) Ho passato un intero sabato pomeriggio a provarli tutti, ed ero super incerta sulle foto da postare qui: di belle ce n’erano proprio tante!

comprare i preset per Lightroom - 123preset

Tra l’altro hanno un programma per brand ambassador che mi sembra davvero molto vantaggioso (se sei un’influencer pensaci!), e anche un programma di affiliazione (in Italia però se non hai la situazione contabile giusta è un po’ un problema).

Hanno risposto alla mia richiesta praticamente in tempo reale, e questo mi fa pensare che dietro ci sia un grosso team e quindi, di conseguenza, che i preset siano creati da fotografi professionisti. Tieni presente che fanno spesso delle promozioni con dei set a 15 euro, devi solo seguirli attentamente per cogliere il momento giusto. Secondo me poi ti innamori!

preset lightroom before after

Dovesse succedere, mi hanno dato un codice sconto del 30%. Non è personale, quindi se lo usi a me in tasca non ne viene nulla (lo preciso per trasparenza). Se vuoi fare acquisti da loro, inserisci SPRING30 al momento del checkout e fammi sapere come ti trovi con i preset!

Su Hashtagpreset

È il sito più economico che ho trovato, quindi è l’ideale se stai cominciando ad appassionarti ai preset ma non vuoi partire investendo grosse cifre. I pacchetti costano 10 euro, ma ora, mentre scrivo, c’è anche un pacchetto che li contiene tutti quanti e costa… 19 euro!

Non so per quanto durerà quest’offerta, ma mi hanno fatto provare ogni singolo preset, e devo dire che la qualità è buona. Qui puoi vedere all’opera Timeless clean: ho notato che i nomi di questi preset per Lightroom tendono a mandarti nella giusta direzione. Qui volevo creare un’aura lussuosa e tradizionale, e mi sembra che abbia funzionato, no?

comprare i preset per Lightroom - Hashtag presets

Su Whatapreset

Dovresti comprare i preset per Lightroom su questo sito intanto perché secondo me ha un nome geniale, ma anche perché i filtri sono davvero glamour. Tra l’altro lei è italiana, si chiama Beatrice e il suo profilo Instagram gronda stile! Ho provato 4 dei suoi pacchetti per un totale di 16 preset e la prima cosa che ho notato è che sono molto discreti e luminosi. Qui puoi vedere come il suo Cotton Candy va a recuperare i colori che si sono persi in una foto troppo scura.

comprare i preset per Lightroom - Whatapreset

Da Machedavvero

Senza togliere nulla agli altri, la persona che mi ha reso più felice quando ha accettato la collaborazione è stata Chiara di Machedavvero. Suppongo non serve che ti dica chi è, ma se non la conosci la trovi online in un sacco di posti. Io seguo il suo blog da anni: quando lei ha annunciato la gravidanza, io avevo appena cominciato a lavorare all’università. Quindi in pratica il mio lavoro ha l’età di sua figlia e questo ti dà l’idea di quanto le sia affezionata anche se non la conosco di persona. Lei non è fotografa, ma per dirti quanto è competente, io nel 2012 ho comprato il mio primo Iphone perché avevo visto le foto che lei pubblicava su questo strano social che si chiamava… aspetta… Instagram! (che all’epoca era solo per Iphone, la preistoria del digital ormai!). Ecco, a lei non ho nemmeno proposto la questione “se non ti includo nell’articolo ti do i soldi” perché sapevo già che mi sarebbero piaciuti tantissimo! Ho provato tutti i pacchetti tranne due (fresh e bright), per un totale di 20 preset diversi. Che ti devo dire, sono magici. In particolare mi sono innamorata di Blush, del pacchetto City, che puoi vedere all’opera qui sotto.

Machedavvero after before editing foto

L’after è stato un po’ modificato per far sembrare Spritz… più color spritz, ma è stata una modifica minima!

Ci sono alcuni suoi filtri che trovo ideali per le influencer. Guarda qui come aumenta l’intensità dell’insieme, e conta che è una foto che ho scattato davvero al volo!

Machedavvero after before editing foto fashion

Come installare i preset per Lightroom

Qui Chiara spiega anche come installare i preset per Lightroom. Questo processo vale per tutti i preset che vi ho citato, almeno per iOS, ma penso anche per Android. Installare i preset di Lightroom sul cellulare non è per niente difficile, è solo un processo piuttosto lungo (pensa quando decidi di comprare un megabundle!). Sul pc il discorso è diverso: se non hai la versione bacucca come me basta trascinarli. Altrimenti, io impiego anche 20 secondi per singolo preset, perché il programma e il mio computer compongono un’orgia di criceti impazziti.

Spero che questo articolo ti sia stato utile per scegliere dove comprare i preset di Lightroom, fammi sapere in un commento se sì! Ricordati che, per rendere al meglio, i filtri devono essere applicati a foto di buona qualità che abbiano più o meno le stesse luci dell’immagine di partenza del “before” del creator (quando li importi su Lightroom, puoi vedere il before tenendo premuto sulla foto, così ti fai un’idea).

Se questi temi ti interessano, che ne dici di iscriverti a Parole Caramellate? Tra l’altro ti darò a breve un’ottima scusa per sfruttare i tuoi preset di Lightroom… Sarà un percorso in due modalità, una gratuita e una a pagamento, ma non ti voglio dire troppo: iscriviti e saprai! Se invece non ti interessa, puoi trovarmi anche su Instagram, più o meno 4 volte a settimana, e su Facebook, un po’ meno spesso!