Essere costanti su Instagram, su qualsiasi social, e in qualsiasi ambito della vita, ti premia. Due settimane fa ti raccontavo della mia personale esperienza adolescenziale con chi vince camminando, e per me, che ho improntato la comunicazione sul “senza fretta ma senza sosta” è un punto davvero importante.
Certo, si può avere successo anche di colpo, senza gavetta, facendo grossissimi numeri da subito. Ma la percentuale di chi mantiene il suo trend nel tempo, in questo caso, è infinitesimale (e parlo di chi ha successo onestamente, perché chi fa promesse sapendo di non poterle mantenere non lo prendo nemmeno in considerazione).

Oggi vorrei parlare della costanza su Instagram. Naturalmente il discorso non vale per chi utilizza Instagram meramente come hobby: lì anche se pubblichi una volta al mese non ti cambia niente. Se però vuoi comunque diventare più costante su Instagram anche se non lo usi per il business, continua a leggere, perché l’algoritmo funziona anche per te.

Il motivo che adducevano tutti quando qualcuno chiedeva perché bisogna essere costanti su Instagram è proprio l’algoritmo. “Devi postare ogni giorno per far contento l’algoritmo”, dicevano. E poi, cambio di programma: “L’algoritmo premia i contenuti, non postare ogni giorno, perché se non ci sono i contenuti ti penalizza!”. Dove sta la verità? Ho brutte notizie: l’algoritmo ti penalizza ancora se non posti ogni giorno, e l’algoritmo ti penalizza anche se posti tanto per fare. Quindi a mio modesto parere, dobbiamo continuare a postare tutti i giorni, e dobbiamo anche postare contenuti interessanti. La buona notizia è che non è impossibile. Certo, alcuni contenuti saranno per forza più interessanti di altri, ma anche se posti ogni giorno è difficile che i tuoi post vengano ignorati se hai un buon calendario editoriale e un progetto di comunicazione alle spalle.

Ma non è solo per fare felice l’algoritmo che dovremmo postare ogni giorno. Come scrivevo nella strategia che ho inviato agli iscritti alla newsletter (allegherò il link anche alla prossima, sei ancora in tempo!), vendere un prodotto o un servizio a chi non ci conosce è difficilissimo, mentre è più facile vendere a chi ci conosce. È il concetto per cui le grandi aziende pagano cifre da capogiro per avere la stessa pubblicità inserita più volte durante lo stesso film: l’abitudine è una delle molle che spinge all’acquisto, e se mi vedi tutti i giorni ti abitui a me. Le persone ora guardano meno la tv, ma stanno tantissimo tempo su Instagram. Non vedranno tutti i tuoi contenuti, nemmeno se posti ogni giorno. Quindi è meglio se lo fai, ci sono meno possibilità che i potenziali clienti si dimentichino di te.

essere costanti su Instagram

Lo so, ho citato solo due motivi per essere costanti nella comunicazione online, ma mi sembrano più che sufficienti se utilizzi Instagram per il tuo business. Sì, lo so. Tra il dire e il fare c’è di mezzo la palestra, il gatto che sta male, il cellulare scarico e un sacco di altre cose. Balle. La costanza è una delle poche cose che dipende interamente da te. Fare una cosa anche quando non sei in forma è la classica goccia che scava la pietra: basta sforzarsi, e se lo fai i risultati arrivano. Siccome però mi rendo conto che spesso non è facile, io ho pensato a un percorso, completamente gratuito, per permetterti di essere costante su Instagram. Vedilo un po’ come un aiuto corrosivo che permetterà alla tua goccia di scavare quella roccia!

Alla fine di questo percorso, lancerò un servizio a pagamento, ma seguendo le istruzioni gratuite avrai già la tua costanza su Instagram in saccoccia; il servizio a pagamento, infatti, non riguarda la costanza, la dà come qualità già acquisita e il mio è un freebie win-win: tu diventi costante, e poi se vuoi entrare nel mondo dei miei clienti io ho già risolto a monte uno dei problemi principali. A volte, infatti, il mio lavoro di consulenza viene più o meno inficiato dall’incostanza altrui. È un problema relativo, perché quelli che riguardano limpegno del cliente sono disclaimer che nel contratto possono essere inseriti. A livello psicologico, però, a me secca da matti che un buon lavoro non funzioni perfettamente solo perché dall’altra parte non c’è costanza. Quindi da oggi per determinati lavori (per esempio la scrittura di una strategia su IG) metterò la costanza del cliente come condizione necessaria per lavorare con me .

Ho quindi ideato questo percorso via email per tutti quelli che vogliono diventare più costanti su Instagram e l’ho chiamato Scavalaroccia. Lo puoi applicare a qualsiasi altro social, ma in quel caso non avrai un benefit di cui ti parlerò via email. Ti avviso che non è per tutti, e che ci sarà da lavorare. Naturalmente se rinunci a metà strada non è prevista la ghigliottina, ma ti consiglio di partire con un atteggiamento da schiacciasassi, oltre che da scavarocce! Se vuoi partecipare anche tu, ecco il link per capire un po’ meglio se fa per te e per iscriverti (se ti va puoi iscriverti anche alla newsletter e agli aggiornamenti del blog, che male non fa!).

Ah, se non l’hai ancora fatto, vieni pure a trovarmi su Instagram: scoprirai che con qualche trucchetto essere costanti non è impossibile!